Copyright 2018 - Custom text here

Noi ed il grande WEB Noi ed il grande WEB

vantaggi e svantaggi

Il primo grande merito dei social network è indubbiamente quello di aver facilitato la comunicazione: basta avere la connessione a Internet per parlare in tempo reale con persone dall’altra parte del globo, grazie alle webcam addirittura vederne il volto.

 Riusciamo a mantenere i contatti nel tempo più facilmente e procurarne altri in modo ancor più semplice, e in questo vastissimo intreccio di reti sociali virtuali le informazioni viaggiano alla velocità della luce e le idee circolano e si modificano continuamente, permettendo anche la diffusione di informazioni “non ufficiali” che non potrebbero essere diffuse. In questo modo qualunque tipo di informazione è accessibile a chiunque, in modo semplice, avvolte invasivo. Si ha la necessità d’informare cosa si sta pensando, dove si è, con chi si è, si esternare sentimenti e relazioni on-line senza alcun riservo o privacy. Lo strano mondo delle relazione nell’era dei network, poiché si può anche pensare che una rivoluzione è in atto. L’era del Network che si fa sapere tutto di tutti in pochissimo tempo,

 

Nonostante i meriti da riconoscere ai social network, è necessario parlare anche dei problemi che nascondono. Sono moltissimi coloro che sono riusciti a guadagnarsi i tanto agognati quindici minuti di popolarità nella piazza virtuale, anche a costo di ridicolizzarsi o di accendere i riflettori sulla propria vita privata. Importante è tutelare i propri dati personali per evitare sgradevoli inconvenienti.  Hai nostri giorni assistiamo distratti al becero stile di fare politica attraverso gli annunci Network, dimenticando che la politico come compito primario, ha: la capacità relazionale, di concertazione, di guardare oltre poiché una legge, un decreto è una risposta seria al bisogno della comunità UMANA e CIVILE. La musica, il cinema, la pubblicità il commercio parla in network.

E' da tener presente che pur favorendo lo sviluppo di relazioni virtuali, i social network portano molti utenti a isolarsi dalla vita sociale reale in quanto le amicizie online sono più facilmente gestibili. Infatti lo sviluppo dei social network ha inevitabilmente portato delle conseguenze nel cambiamento delle interazioni sociali, sia positive che negative.

Il dramma della solitudine in questo terzo millennio è assai grave. Pensiamo alla medicina in line, lo psicologo on-line, incontri amorosi on-line, tutto attraverso il filtro, con delle sensazioni affettive e sensoriali limitate al web. Ma il Web, i network non sono realtà oggettivamente negative, anzi, Carl Popper insisteva nel dire con l’ormai obsoleta televisione cattiva maestra o buona maestra, ma il distinguo sta proprio nella qualità dell’utente.

Il soggetto diventa oggetto e/o soggetto dipendente, quindi si gioca i propri spazi di libertà personale.

Leggi tutto: vantaggi e svantaggi

Social Network nel mondo

Su 7,5 miliardi di popolazione mondiale, 3,8 miliardi di persone sono collegate alla rete e ben 3 miliardi sono utenti attivi sui social network. Un mondo, una generazione che parla un linguaggio decisamente diverso. Interpretazione della vita decisamente diversa. Per essere riconosciuto un professionista, un’agenzia deve stare nella vetrina dei netwotk della Inutile ripetere che negli ultimi anni l’evoluzione tecnologica ha cambiato radicalmente le nostre vite. Internet, più di ogni altra cosa, ha trasformato molti aspetti delle abitudini relazionali: una whattsappata e un parteciperò, et voilà, organizzata la serata! Un evento e una foto taggata, et voilà, …, ripeto: inutile dirlo!
Ma il web e i social network non hanno intaccato solo i rapporti e le relazioni interpersonali, sono stati in grado di rivoluzionare anche il mondo del lavoro, chiedendo alle aziende di resettare strategie e impostazioni. Per questo, vogliamo fornirvi un’analisi dettagliata dei social network più utilizzati al mondo. 
Però, che siate aziende o socialnetworkaddicted, prima della marea di informazioni, numeri, dati e percentuali, dovete sapere che per andare avanti in questa lettura serve una regola che chiameremo: ce ci n’est pas… un post. Considerate questo pezzo come fosse una Polaroid scattata in questo preciso giorno, poiché su internet si sa, tutto scorre e il paesaggio domani potrebbe già essere diverso.

 

Social Network nel mondo: i famosissimi

The Big Facebook  

Nel mare del web tutto scorre ad alta velocità, ma una cosa non è mai cambiata: Facebook, il social network che non ha bisogno di presentazioni, è ancora il più utilizzato a livello planetario, padroneggiando in 119 su 149 paesi analizzati da vincos.it. Se fosse una nazione sarebbe di certo la più popolosa al mondo, contando 2,01 miliardi di utenti attivi al mese (dati aggiornati al 30 giugno 2017).

Leggi tutto: Social Network nel mondo

Nuove tecnologie, nuove dipendenze: Internet Gaming Disorder

La dipendenza da internet è un problema sempre più rilevante soprattutto tra i giovani con ripercussioni sulla vita personale, professionale o scolastica.

 

La dipendenza da internet una realtà oggi non particolarmente non trattata dalle agenzie educative

 

La dipendenza da Internet non può essere considerata uno specifico disturbo psichiatrico, ma piuttosto un sintomo psicologico che può connettersi a differenti quadri diagnostici e clinici. Si può parlare di dipendenza quando la maggior parte del tempo e delle energie vengono spesi nell’utilizzo della rete, creando in tal modo menomazioni forti e disfunzionali nelle principali e fondamentali aree esistenziali, come quella personale, relazionale, scolastica, familiare, affettiva.

 

L’era digitale

 

Lo sviluppo di Internet e la sua penetrazione diffusa ha cambiato profondamente ogni dimensione della nostra vita pubblica e privata. Nel 2014, in Italia è aumentata rispetto all’anno precedente la quota di famiglie che dispongono di un accesso ad Internet da casa e di una connessione a banda larga (rispettivamente dal 60,7% al 64% e dal 59,7% al 62,7%). Le famiglie con almeno un minorenne sono le più attrezzate tecnologicamente: l’87,1% possiede un personal computer, l’89% ha accesso ad Internet da casa. All’estremo opposto si collocano le famiglie di soli anziani ultrasessantacinquenni: appena il 17,8% di esse possiede il personal computer e soltanto il 16,3% dispone di una connessione per navigare su Internet (ISTAT, 2014).

Il Web 2.0., termine usato per indicare uno stato dell’evoluzione del World Wide Web (Dinucci, 1999, O’Reilly, 2009), ci raggiunge sempre e in ogni luogo attraverso computers, tablets, smart-phones e simili. In un giorno mediamente sono 23 milioni gli italiani che visitano il social network più popoloso del pianeta Facebook(erano 20 milioni nel 2015).

Leggi tutto: Nuove tecnologie, nuove dipendenze: Internet Gaming Disorder

Cerca

Radio Dim Giovani

Oratorio

I ragazzi di Giò

f t g m

Dammi il 5

Contatore Visite

042450
Oggi
Ieri
Questa settimana
Ultima settimana
questo mese
ultimo mese
TOTALE
34
54
547
41280
1689
3622
42450
Your IP: 54.198.111.185
2018-07-22 06:56